In rete potete trovare le descrizioni di diversi metodi per poter utilizzare più istanze di DropBox sul vostro sistema GNU/Linux; qui presento la mia soluzione, derivata da quanto reperito in rete con alcune modifiche personali.

Primi passi

Ovviamente dovrete iniziare creando, se non ne avete già, un account DropBox. Quindi provvedete a scaricare il client adeguato per la vostra distribuzione e ad installarlo. Durante l'installazione dovrete configurare il client indicando utente e password; procedete ed una volta terminato cliccate sull'icona che apparirà sulla barra di stato e chiudete il client.

 

Se necessario, create gli ulteriori account DropBox.

Per comodità e per semplificare gli esempi, supponiamo che il nostro utente del sistema GNU/Linux si chiami "utente".

Preparazione dell'ambiente

Area di memorizzazione delle configurazioni

L'installazione del client avrà creato nella vostra home una cartella .dropbox dove avrà memorizzato le impostazioni e creato la cartella collegata all'account per la sincronizzazione. Eliminiamo il contenuto della cartella .dropbox e per ogni account provvediamo a creare una ulteriore directory, quindi supponendo di avere gli account Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., creeremo:

  • /home/utente/.dropbox/Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • /home/utente/.dropbox/Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Area di memorizzazione dei dati

Normalmente il client crea ed utilizza una directory per la memorizzazione dei dati dentro la struttura che contiene anche la configurazione. Per comodità, io preferisco creoare una cartella CloudStorage nella mia home directory, che utilizzerò come radice per tutti gli account DropBox e per gli altri fornitori di servizi simili come MEGA o copy, Ovviamente, potete utilizzare un altro nome o mantenere tutte le cartelle direttamente nella vostra home, a patto di ricordarvi di riportare le necessarie variazione per le istruzioni che seguono.

Per ogni account DropBox, creiamo la cartella dedicata, quindi:

  • /home/utente/CloudStorage/Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • /home/utente/CloudStorage/Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Configurazione delle istanze

Ora procediamo con l'installazione e configurazione per ognuno degli account. Per farlo utilizzeremo per ognuno le seguenti istruzioni:

$ HOME=/home/utente/.dropbox/<account dropbox>
/usr/bin/dropbox start -i

Inizierà così il download e l'installazione del client ed al termina apparirà la finestrella che richiede username e password da configurare per l'istanza corrente. Inserite i dati e cliccate sul link per le impostazioni avanzate, dove andrete a cambiare la cartella di sincronizzazione con il percorso adeguato, del tipo: 

/home/utente/CloudStorage/<account dropbox> 

Ottimizzazione dello spazio

Siccome per ogni account è stato scaricato ed installato il pacchetto binario del client, possiamo recuperare dello spazio lasciandone una sola copia: iniziamo creando la cartella /home/utente/.dropbox/dropbox-dist e copiandoci dentro il contenuto di una delle directory /home/.dropbox/utente/<account dropbox>/.dropbox-dist nella cartella, quindi sostituamo le cartelle originali con un link a /home/utente/.dropbox/dropbox-dist.

In questo modo recupereremo spazio e ci basterà aggiornare il contenuto di una singola directory invece di una per ogni account.

Script di avvio

Per avviare tutte le istanze, creiamo lo script start-dropbox.sh:

#!/bin/bash
#
# avvio istanze multiple di dropbox
#
DROPBOXES="Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo."
#
for instance in $DROPBOXES
do
    HOME="/home/$USER/.dropbox/${instance}"
    /home/$USER/.dropbox/dropbox-dist/dropboxd 2> /dev/null &
done

HOME="/home/$USER"

 Rendiamo lo script eseguibile con il comando

$ chmod +x start-dropbox.sh

 ed ora lo potremo richiamare per avviare tutte le istanze. Possiamo inserirlo tra i comandi da eseguire all'avvio della sessione per automatizzare il tutto.